giovedì 10 settembre 2015

Sangue di Drago


In questo nuovo post voglio parlarVi del Sangue di Drago ........
Sembra facile ma con la parola Sangue di Drago sono indicate tantissime cose diverse.


Certo come prima cosa il vero ed unico sangue di drago - il sangue di un vero drago che è uno degli elementi più comuni (anche se di difficile reperibilità) per alcune ricette, pozioni di streghe, fate & C
Uno degli elementi più usati nella storia per filtri magici e simili.
In ogni fantasy in cui si parla di magia prima o poi salta fuori il sangue di drago come elemento da reperire per ottenere la pozione che serve.

Esiste tuttavia anche una pozione che si beve nel pieno dell'inverno, per scacciar via i brividi sia di paura che di freddo... e diventare più coraggiosi! Il suo nome e Filtro sangue di drago. Ne potete trovare la ricetta qui 

Il sangue di Drago ha tanti poteri magici tra i quali si dice anche la facoltà di trasferire alla persona che lo beve alcune capacità e caratteristiche del drago stesso. Analogo discorso vale per il cuore di drago.






Il sangue di drago è una particolare resina che viene ricavata da piante di specie differenti : Croton, Dracaena, Daemonorops, Calamus e Pterocarpus

Fin dall’antichità essa è stata utilizzata per differenti scopi che vanno dalla laccatura del legno fino alla bruciatura in incenso ed in cosmetica.
Usi che sono giunti fino ai giorni nostri, anche se in minore libertà rispetto al passato a causa dei suoi alti costi. Questa resina rossa è ottenuta dall’essudazione delle spaccature naturali delle piante o da incisioni praticate appositamente dai coltivatori, eseguite in modo tale da non mettere a repentaglio la vita degli esemplari. Sotto il nome di sangue di drago, va specificato, sono racchiuse molte tipologie di resina rosso-bruna, che una volta essiccata e frantumata diventa una polvere rosso carminio leggermente balsamica e dal sapore dolciastro. Importante da ricordare è che si tratta di una sostanza insolubile in acqua ma solubile in etanolo.

Il sangue di drago dalla tradizione più antica è quello ricavato dalla dracaena cinnabari, una pianta tropicale proveniente dall’isola di Socotra, nell’Oceano Indiano, tra lo Yemen e la Somalia.  Esso era già utilizzato dagli antichi romani e dai cinesi nel primo secolo d.C. Una piccola curiosità? In Indocina il sangue di drago viene ricavato dai frutti della palma di Rattan, appartenente alla specie daemonorops . Simili a ciliegie, una volta maturi i frutti si ricoprono di questa resina rossa  che una volta ammorbidita in acqua calda può essere pressata in delle simil-sfere che vengono soprannominate “cuori di drago”.


Nella moderna cosmetica il sangue di drago viene pubblicizzato come anti-età funzionale e funzionante. Un uso che non ci stupisce se si pensa che nel suo luogo d’origine la resina, per le sue peculiarità coagulanti, viene utilizzata per guarire le ferite e gli eczemi. Ma attenzione, solo la sua varietà ottenuta dalla dracaena cinnabari: quella ottenuta dalle piante appartenenti al genere daemonorops infatti ha proprietà completamente opposte. In Italia, fin dal XVII secolo, la resina è utilizzata per rifinire i violini ed i liuti.



Sangue di drago è anche un albero che si trova unicamente nell'arcipelago Socotran, a 250 chilometri a est della Somalia e a 340 a sud dello Yemen; un agglomerato di isole soprannominato anche Eden d'Arabia, poiché ospita flora e fauna del tutto esclusiva.



Ma non finisce qui Sangue di drago è anche un famoso vino ......
il Teroldego Rotaliano Sangue di Drago.
Questo vino si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature rosso rubino, abbastanza trasparente. Al naso rivela aromi intensi, puliti, gradevoli e raffinati che si aprono con note di amarena, prugna e mirtillo seguite da aromi di lampone, ciclamino, violetta, vaniglia, tabacco, carruba e macis. In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco tannico e comunque equilibrato dall'alcol, buon corpo, sapori intensi, piacevole. Il finale è persistente con ricordi di amarena, mirtillo e prugna. Teroldego Rotaliano Sangue di Drago matura per 16-18 mesi in barrique. Vol alcol 13%



Per ultimo, ma  non ultimo, visto che non è detto che io abbia trovato tutte le possibili versioni di sangue di drago esistenti - vi parlo della varietà di susino detta appunto Sangue di Drago 


Il Susino Sangue di Drago, come viene chiamato è una varità di susino di origine cino-giapponese.
Si tratta di un'alberio vigoroso, a portamento globoso espanso, mediamente produttivo.

Produce un Frutto grosso, sferoidale, talora elissoidale.
Il frutto ha una buccia di colore rosso violaceo, molto spessa e pruinosa. Polpa di colore rosso, mediamente soda, dolce, poco acida.

Insomma se qualcuno parla di Sangue di Drago, meglio approfondire visto che può star parlando di cose anche diversissime tra di loro ;-)


Scatola dipinta con la scritta Sangue di drago
In Legno di Sandalo - XVIII Secolo
Roma collezione privata Farmacia Pesci

Nel campo minerale ci sono ben due sangue di drago :
il Cinabro - minerale noto in alchimia come sangue di drago


ed il diaspro che in certe sue versioni sembra proprio una pietra magica


Naturalmente io i draghi li preferisco in ogni caso vivi e vegeti !

Un saluto e buona giornata a tutti, se conoscete o trovate qualche altra versione od oggetto/cosa che assume il nome di sangue di drago commentate sotto e fatemelo sapere.

Fonti & Info :

Blog Il Cammino dei Novizi - Diemmebeauty - Pollicegreen.com 
Sangue di drago resina Wikipedia - Sangue di drago resina 
Sangue di drago albero - Susino Sangue di Drago 
Sangue di Drago Scatola in legno di sandalo - Sangue di drago Cinabro
Sangue di drago diaspro - Diaspro

16 commenti:

  1. Post molto interessante! :)

    A presto!

    RispondiElimina
  2. Grazie Chiara per essere passata e per l'interesse. Buona serata !

    RispondiElimina
  3. Io conoscevo il sangue di drago come vino ....
    Ciao Raffaela e buona serata.

    RispondiElimina
  4. Buongiorno cara Arwen, eccomi di ritorno dopo un lungo periodo di assenza! :( Un post molto interessante e piacevolissimo da leggere...sinceramente non conoscevo i tanti "significati" del sangue di drago! ;) Ti auguro un buon weekend, alla prossima! :*
    Raggio di Sole

    RispondiElimina
  5. Molto interessante.
    Ti auguro una serena giornata.

    RispondiElimina
  6. Grazie per le vostre visite .....
    Ambra sono sicura che conosci il vino Teroldegp Sangue di Drago ;-) è famosissimo ed aggiungerei molto buono !
    Raggio di Sole grazie per essere passata e per l'apprezzamento. Un saluto Cavaliere e Buon FIne Settimana a tutti voi !

    RispondiElimina
  7. Buongiorno :) molto interessante questo articolo! Adoro i draghi e questo è un tema particolare, insolito e moto fantasy!
    Buona giornata e migliore fine settimana! ^^

    RispondiElimina
  8. Grazie anche a te Irene per essere passata a trovarmi al Rifugio.
    Naturalmente anche io adoro i draghi ;-) mi è sembrato un post carino quando mi sono resa conto che con il termine "sangue di drago" si poteva intendere molte cose diverse e molto differenti tra di loro !
    Buona serata e migliore fine settimana

    RispondiElimina
  9. Molto interessante io conoscevo l'esistenza della polvere rossa per le ferite ecc. ecc. ma esistono queste dall' Ammazonia ovvero il Perù in questo caso e si può acquistare anche come medicamento integratore per ferite ecc ecc.
    Bacioni e buona fine settimana.
    (il resto solo in parte sapevo :(( )

    RispondiElimina
  10. Grazie della tua visita Edvige, invece io della polvere rossa/resina curativa non sapevo nulla prima delle mie ricerche .........
    Un bacione e buona domenica !

    RispondiElimina
  11. Grazie per le tante informazioni! E soprattutto per il filtro, non lo conoscevo ma questo inverno lo proverò senza dubbio!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  12. Grazie Monica per essere passata al Rifugio per il commento e l'apprezzamento !
    Buona settimana !

    RispondiElimina
  13. https://www.youtube.com/watch?v=HJBxfc7FHp0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del Video Kaleidoscope - conoscevo questa bellissima pianta <3 Eì Favolosa !

      Elimina
  14. Bello e interessante vorrei fare il sangue di drago da bere ma come si fa?
    Grazie e complimenti per l'articolo

    RispondiElimina
  15. Grazie per l'apprzzamento luca dragone - se clicchi sul link trovi la ricetta del sangue di drago da bere ....... non rispondo della ricetta ;-) la ho trovata in fatti on-line :;-)
    Buona giornata e settimana

    RispondiElimina