giovedì 13 dicembre 2012

Blog Tour La Stirpe di Agortos

Buongiorno amici e Follower del Rifugio
In questi giorni sono molto presa - ho dovuto fare le spese natalizie entro oggi - perchè settimana prossima per quasi tutta la settimana sono impegnata e sarò in Agorà .......

Anche il Rifugio degli Elfi ha deciso di ospitare il Blog Tour della Stirpe di Agortos:
Ma che cosa è il blog tour della Stirpe?
Il blog tour della Stirpe, consiste in una serie di post pubblicati da svariati blog in giro per il web dove protagonisti sono i personaggi della Stirpe stessa, che parleranno attraverso alcune lettere di loro stessi ed il loro modo di vedere.
I personaggi si raccontano, si confessano e avrete così modo di conoscerli meglio.



EccoVi i post che hanno preceduto quello del Rifugio e che hanno per ora formato il Blog Tour della Stirpe

Nel 1° Post e nella 1a tappa inizia a raccontarsi Anika 
sul blog di Anita Borriello
Brûlant ☽❍☾ Saga 

2a tappa parla Feude sul blog Il Pozzo dei Sussurri
Il Pozzo dei Sussurri 

3a tappa parla Ierèa  sul blog Locanda dei Libri

4a tappa è la volta di Airen a parlare sul blog My Secret Diary 
della cara Arwen

5a tappa parla Donamis sul blog Due di Cuori

Il mio ospite di oggi è Siderin

Ringrazio l'autrice Alessandra Paolini per avermi concesso l'opportunità di avere al Rifugio ospite questo personaggio


I personaggi della Stirpe si confessano - Siderin


La lettera che segue è stata scritta da Siderin, il signorotto del castello nel quale Airen lavora come serva.
L'uomo, con queste sue parole, prova a giustificare il comportamento tenuto nel corso della storia dove sono narrate le vicende delle figlie di Agortos. Basteranno a farlo redimere agli occhi del lettore? 

Caro lettore,
non ho molto da dire o altro da aggiungere di quanto non sia già stato detto da me nell'opera con la quale mi hai conosciuto.
Voglio per tanto solo ribadire alcuni concetti che avrai già appreso su di me: sono per diritto di nascita attaccato al mio titolo e per nulla al mondo lascerei il mio regno in mani inadeguate. Sotto di me c'è stata pace e tranquillità, non vedo perché alcune delle persone a me prossime debbano odiarmi.

Donamis, il mio scellerato nipote, non avrebbe comunque saputo governare le mie terre, lui che a mala pena riusciva a sellare il suo cavallo senza che l'animale lo scalciasse via.
E Airen, la bella ragazza che tutti voi avete imparato ad amare, era per me solo un sollazzo che mi faceva divertire. Ma era impura, e non sarebbe stata mai per me né compagna né amante. Con il termine “impura” intendo dire che nascondeva segreti come aveva sempre fatto sua sorella Anika. Segreti che hanno rischiato di infangare la mia reputazione.
Non ditemi che sono stato inclemente con lei! L'ho sempre trattata con molto rispetto da quando arrivò a castello da bambina. Lo stesso ho fatto per Donamis. Si, quando ho avvertito che per me sarebbe stato una minaccia l'ho allontanato; ma potevo io non dare al ragazzo l'occasione di diventare finalmente un uomo?
Dei rapporti con gli altri, amici o familiari che siano, non mi sono  curato mai molto. Mio padre mi consegnò il castello e le terre che ora ho sotto la mia giurisdizione, mi insegnò come si governano gli uomini, come si mantiene alto l'onore (e le casse) della mia fetta di territorio. I sovrani vicini mi rispettano, non hanno mai osato recarmi alcun affronto. L'Abate del monastero mi porta rispetto e ritengo che a volte mi tema.
Dunque, lettore, vuoi biasimare il mio carattere o il mio modo di agire? Il popolo va retto con un pugno di ferro perché altrimenti mi ritroverei sotto le mura del castello una rivolta da sedare. Finché esso avrà pane e acqua e il villaggio sarà protetto dai banditi, potrò dire di aver adempiuto al mio compito di sostenerlo.

Non vivi nell'Egucron, lettore, non sai quanto le sue leggi siano dure e severe. Lo sono da secoli. E non mi si venga a dire dunque che sono stato dipinto come un uomo senza scrupoli. Io agisco secondo i precetti che mi sono stati impartiti.
Il dovere di un buon sovrano non è quello di avere compassione o pietà. Piuttosto quello di non far perire la sua terra, e lasciare che il resto del mondo ne ammiri la sua crescente magnificenza.


Siderin

3 commenti:

  1. wow che belloooo hai ospitato la sesta tappa del blog tour hihihi

    RispondiElimina
  2. Grazie!!! *_* davvero grazie di tutto! :)

    RispondiElimina
  3. Ebbene si sorella Arwen anche io ho ospitato una tappa del blog tour come te he he he
    Grazie a te Alessandra per avermi prestato come ospite per il blog il personaggio di Siderin
    Buona Serata a tutti e Buon Fine Settimana - Un Saluto elfico a tutte

    RispondiElimina