martedì 8 maggio 2012

Recensione Libro "Oltremondo petali di rosa e fili di ragnatela"




OLTREMONDO petali di rosa e fili di ragnatela from elvio ravasio on Vimeo.

Finalmente ho finito la mia recensione del libro di Marta Leandra Mandelli "Oltremondo petali di rosa e fili di ragnatela" 


Sinossi:

La storia inizia con un sogno, il sogno ricorrente di Siobhan che ogni volta la porta in un mondo che lei crede inizialmente immaginario dove si trova come a casa propria. Protagonista di un'avventura che travolgerà per sempre la sua vita agiata e perfetta, Siobhan racconta poco a poco ciò che le accade finendo per cambiarle l’esitenza. Insieme a Rowan, la sua migliore amica, trascorre serena le sue giornate tra shopping, scuola di perfezionamento e tiro con l'arco ma, mentre si avvicina sempre di più il suo ventesimo compleanno, deve fare i conti con l'amore che bussa alla sua porta e con il mistero e la paura che si impongono prepotentemente sulle sue certezze. La scoperta di possedere doti magiche, di non essere l'unica e di avere nemici potenti e imperscrutabili che le danno la caccia senza pietà, costringerà Siobhan ad affrontare ciò che si cela nella sua anima a crescere sia nella comprensione del suo potere che psicologicamente. Il gruppo di amici che si viene a creare affronterà il comune destino che li attende senza possibili vie di fuga. Un destino oscuro e sempre più pericoloso nel mondo magico da cui scopriranno di Provenire, Oltremondo.

Recensione:

la lettura di questo libro nonostante abbia subito una serie di interruzioni è risultata molto interessante – la storia particolarmente originale e ben raccontata riesce fin dall’inizio a interessare il lettore ed a coinvolgerlo fino a trasportarlo in un mondo immaginario molto bene descritto.

Siobhan ci racconta quello che le succede in prima persona e in tempo presente e la sua storia si srotola davanti agli occhi del lettore coinvolgendolo sempre più nella narrazione, man mano che procede la trama.
Dopo avere presentato i personaggi principali e le persone che girano loro intorno l’autrice non introduce nuovi personaggio fino all’arrivo ad Oltremondo dove vengono poi introdotti altri personaggi e chiariti alcuni punti rimasti oscuri nella prima parte. 

Il libro è suddiviso in tre parti.


Nella prima parte ci viene presentata una Milano a dir poco Fantastica. Una Milano che fa parte dello Stato del Nord e della Federazione Italica, città molto ecologista e per alcuni versi direi quasi desiderabile. Solo “quasi” perché come contro altare questa società è una specie di dittatura in cui i desideri delle persone contano davvero poco ed esistono rigide regole che permettono l’istruzione delle donne dopo il liceo solo in una scuola di perfezionamento in cui imparano praticamente come gestire una casa una famiglia e l’educazione domestica.
In questa società vengono presentate una quantità di regole che impediscono all’individuo di fare della sua vita ciò che vuole – regole emanate dal Governatore a seguito della Riforma Verde – per permettere di ripulire la città dalla delinquenza e riportare gli abitanti all’ordine che avevano abbandonato.
Fra queste regole appare, con lo scopo di tutelare l’integrità delle persone, sia fisica che morale, quella che impone ad una ragazza di non uscire da sola con un ragazzo prima dei suoi 18 anni.
Nelle prime pagine del libro vengono presentati i protagonisti e la società in cui vivono riuscendo a non fare perdere interesse al lettore.
La protagonista assoluta è Siobhan e proseguendo la lettura si scoprono le sue vicende ed i suoi amici, gli altri personaggi che li circondano e le loro funzioni all’interno della narrazione.
La sua amica del cuore Rowan con cui condivide la scuola, la passione per il tiro con l’arco e con la quale la nostra protagonista condivide l’esistenza in maniera più profonda di una semplice amicizia, con un rapporto che è più paragonabile a quello di due sorelle.
Le nostre due protagoniste, nella prima parte del libro, vivono una vita che sembra essere quasi perfetta. Hanno tutto quello che possono desiderare vivono entrambe nell’agio. Si trovano a far parte di due ricche famiglie che offrono loro davvero ogni cosa possibile.
Amore, soldi, possibilità di fare parte di un esclusivo centro sportivo di tiro con l’arco dove si sono conosciute e subito piaciute.
Sembra una vita idilliaca la loro che però molto velocemente cambia in maniera radicale.
Siobhan ha dei sogni ricorrenti che la trasportano in cima ad una selvaggia scogliera dove lei si trova completamente a suo agio e che definisce “Il suo posto”. Man mano che va avanti il libro anche questo “suo posto” subisce delle variazioni sia per quanto riguarda l’aspetto esteriore che per quanto concerne le sensazioni che questo posto crea nella protagonista.
Ognuna delle ragazze per conto proprio scopre di possedere delle caratteristiche strane dei poteri sovrumani che le rendono ai loro
stessi occhi strane. Questa scoperta di poteri che poi saranno chiariti meglio più avanti, provoca in loro stesse uno sconvolgimento ed una piccola crisi della loro amicizia subito rientrata quando si rendono conto di essere entrambe strane, in maniera diversa, con poteri non uguali ma in un certo senso simili.

La scoperta di questa circostanza fa si che la loro amicizia diventi ancora più forte.
Prima Rowan ed in seguito anche Siobhan, trovano l’amore in due ragazzi – che risultano essere simili a loro e con poteri strani quasi quanto i loro.
Si viene così a formare un quartetto iseparabile di amici che hanno in comune l’essere diversi con il resto del mondo – si fidano tanto l’uno dell’altro che arrivano a confidarsi la loro stranezza ed i loro poteri.
Rowan è una ragazza molto sensibile, più del normale è una ragazza empatica. Ha la capacità di capire ciò che gli altri sentono nel bene o nel male – i sentimenti che provano gli esseri che la circondano.
Siobhan è invece in grado di sentire la vita e non solo.
Ian il ragazzo di Rowan ha delle doti di guaritore ma guaritore magico e Adrian il ragazzo di cui si innamorerà Siobhan, è invece molto atletico e forte – in seguito viene definito “il guerriero più forte di Oltremondo” con poteri magici anche lui. Adrian sarà in grado di lottare contro il suo stesso passato e le sue radici?


Per salvare la vita di Siobhan, il mondo da cui scoprono di provenire e tutte le diverse dimensioni i nostri 4 amici insieme a coloro che hanno sempre vegliato su di loro per proteggerli ed educarli devono tornare al loro luogo di origine Oltremondo. Dove li aspettano una dura lotta in un mondo a cui sanno di appartenere ma di cui hanno dimenticato particolari situazioni e cose anche molto importanti.
Particolari fondamentali che piano piano verranno alla luce durante l’avanzare del racconto.
Siobhan scoprirà di non essere la ragazza che crede ma di avere un ruolo fondamentale nell’esistenza di tutti i mondi possibili. Lei è la Prescleta e la sua straordinaria capacità di sentire la vita e di trasferirla – le da un potere straordinario che usato per il bene è in grado di salvare tutti i possibili mondi, per il male è una terribile maledizione che può distruggere non solo Oltremondo ma tutti gli universi possibili.
Oltremondo infatti è il loro luogo di origine ma è anche uno dei possibili luoghi e tempi in cui i nostri amici dovranno scontrarsi contro persone in grado di modificare il fluire del tempo, richiamare mostri di ogni genere e tipo da altre dimensioni e molto altro ancora.

Non starò a raccontarVi troppo cosa succede nella trama per non fare uno spoiler troppo grosso ma Oltremondo trovo che sia un romanzo molto particolare – davvero diverso e che sono sicura affascinerà il lettore che gli si accosta.

Gli eroi della storia non sono i classici eroi – lo sono quasi contro voglia e senza avere nemmeno idea di tutto quello che dovranno fare e di come farlo quando arrivano a destinazione.
Subito sono spiazzati, e non del tutto convinti di potere riuscire a portare a termine il loro importante compito.
Mi è piaciuta molto la descrizione psicologica dei personaggi e la loro crescita nel corso del libro sia psicologica che caratteriale, di gestione e conoscenza dei loro stessi poteri.
Man mano, infatti, arrivati nel nuovo mondo ognuno di loro impara a conoscre meglio se stesso ed i propri poteri magici. Fino ad essere in grado di usarli a pieno.

Nella seconda parte, la più lunga e la mia preferita, i nostri amici arrivano ad Oltremondo e cercano di raggiungere i loro alleati, piano piano si  scoprono segreti inquietanti riguardo ai nostri protagonisti ed al loro passato e si finisce finalmente anche per conoscere meglio chi è e che cosa cerca il nemico misterioso che vuole dominare Oltremondo e desidera più di ogni altra cosa la morte di Siobhan.

Si  riconoscono finalmente gli alleati del nemico ed i loro poteri, si  viene introdotti nel mondo degli alleati dei nostri 4 amici, si svelano traditori e misteri fino ad allora citati solo per  un attimo.
Ad Oltremondo Ian scopre anche di avere la dote di poter comunicare mentalmente con gli animali che si riveleranno degli alleati importanti anzi fondamentali nella evoluzione della storia.
Mi è piaciuta molto la descrizione e lo stile caratteriale degli animali, felini e non, che in Oltremondo sono una parte molto godibile e che sono parte integrante degli alleati dei 4 ragazzi, perfino quelli più piccoli.

Nella Terza parte la più corta arriviamo alla conclusione della battaglia e della storia, anche se la fine del libro appare molto aperta. Di sicuro è previsto e desiderabile un secondo libro con la continuazione delle avventure dei nostri giovani protagonisti.

La Storia lascia un grosso punto interrogativo?
“Chi è colui che cerca in ogni modo di aiutare Siobhan, probabilmente da un altro mondo, con scritte rosse di avvertimento?”
Questa cosa non viene spiegata ….. probabimente è stata abilmente tenuta da parte per essere svelata nel secondo libro.
Per ora la fine è una fine non completa e l’epilogo che ho molto apprezzato mi è parso molto più che una conclusione – sembra infatti  l’incipit di un altro libro con una storia tutta sua.

Questo non è sicuramente un fantasy classico e non pare nemmeno essere un libro che può essere definito solamente fantasy, ma una cosa è certa mi è piaciuta davvero molto la sua lettura e mi ha completamente trasportato in un universo immaginifico davvero particolare e che riesce ad incuriosire e tenere avvinti alla storia ed ai suoi personaggi fin dalla prima parte introduttiva.

Non posso fare altro che consigliarVi di leggerlo ne vale davvero la pena.
Io ho letto la versione del libro in E-book, come ho avuto modo di dire anche in un altro post e devo dire, rimanendo fedele alla mia idea di come dovrebbe essere un libro, che c’era qualche errore formale di troppo nella versione digitale (non so nulla della versione cartacea che non ho avuto a portata di mano)
Questo non toglie che il libro sia assolutamente da leggere, godibile e diverso da tutti gli altri fin qui letti. L’autrice Marta Leandra Mandelli è stata capace di creare un mondo fantastico tutto suo bene articolato ed in grado di affascinare il lettore e di tenerlo attaccato alle pagine (perfino quelle digitali!) del libro stesso.
Aspetto di sapere come prosegue lo storia e di poter leggere il seguito ;-)


6 commenti:

  1. Cara Arwen, non so neanche come spiegare l'incredibile emozione di leggere la tua recensione. Hai colto alla perfezione tutti gli aspetti principali del romanzo e ti sono immensamente grata del tempo che hai voluto dedicare a Siobhan. Sono felicissima che ti sia piaciuto e non sai quanto sia importante per me sapere che mia storia "arriva", che le parole siano riuscite a coinvolgere invece di restare freddi"segni" sulla carta. graziegraziegrazie!!!! Colgo l'occasione per dirti che a giugno uscirà il seguito, Oltremondo- L'orizzonte delle Dimensioni, spero che tu abbia voglia di leggerlo!
    grazie ancora, magari riusciremo a incontrarci, mi farebbe molto piacere. A presto!

    RispondiElimina
  2. Grazie del commento Marta Leandra ..... sono contenta che ti sia tanto piaciuta la mia recensione.
    Devo dire che il tempo che ho dedicato a Siobhan mi è piaciuto molto e mi sono lasciata trasportare molto volentieri ad Oltremondo. Mi farebbe piacere riuscire a leggere il seguito .....
    Ti ho scritto una mail - grazie per avermi offerto l' E-book del tuo libro è stata una lettura più che piacevole anche se ha avuto una serie di intoppi tecnici he he he

    RispondiElimina
  3. Brava Arwen, bella recensione!! E poi è sempre bene dare voce agli scrittori emergenti. Questo romanzo l'ho letto anch'io e l'ho trovato ricco di spunti interessanti, soprattutto per quanto riguarda l'ambientazione. Come personaggio mi è piaciuta molto Rowan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Vele grazie della visita, ci sei sempre sul mio blog e del tuo commento.
      Sono contenta che tu abbia apprezzato la mia recensione. E' verissimo io faccio nel mio piccolo quello che posso per aiutare a dare voce agli autori emergenti per quanto riguarda ovviamente il settore fantasy che è quello di cui si occupa poi il mio blog.
      Davvero ricco di spunti interessanti il romanzo di Marta Leandara e soprattutto diverso da quello che ha persentato il panorama fantasy fino ad ora. Rowan è davvero un bel personaggio sono d'accordo anche io !

      Elimina
  4. Ciao Arwen, apprezzo e condivido in pieno le belle parole che hai scritto di Oltremondo, un libro che mi ha emozionato e fatto vivere splendide ore di lettura appassionante. Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elvio, grazie per essere passato a farmi una visita e per il tuo commento.
      E' stata davvero una bella lettura e soprattutto come dici tu proprio una lettura appasionante. Un abbraccio ed un saluto elfico Buon fine settimana

      Elimina